skip to Main Content

Il Ponte... Del Bacio

Questa galleria è interamente dedicata ad un Ponte in particolare, ad un fiume. E poi, grazie alle mie immagini ed ai miei commenti vi porterò ad altri ponti e luoghi che sanno  di antico, di vecchio, di una volta. Seguitemi passo dopo passo, fotografia dopo fotografia, sempre andato per ordine nel mio percorso con piccoli commenti.  Questa galleria con il passare del tempo sarà sempre aggiornata ogni volta che andrò  in questi luoghi. Il progetto era fotografare con la mia compagna Anna in ogni stagione il ponte, infatti ho iniziato con l’autunno. Poi, in Inverno, una delle ultime nevicate avrebbe fatto proprio a caso mio, se solo non fossimo stati obbligati a restare in casa per questa brutta pandemia. Non resta che sperare di arrivare al più presto nell’estate o quanto prima, in modo che il mio progetto vada a buon fine. Scrivo queste due righe per voi come introduzione a questa galleria fotografica su Esplorazioni in un periodo di piena emergenza corona virus! Unica cosa positiva : Avere più tempo anche se con ispirazione diversa per montare i miei video ed esporre le mie foto per voi. Dario Traverso  12 Aprile 2020.

Il Luogo: 

I Rii del Gran Dubbione nascono alle pendici della Punta dell’Aquila e del monte Cristetto: unendosi confluiscono nel Chisone poco più a valle dell’abitato di Dubbione, in val Chisone. Si pensa che la parte alta del vallone sia la più interessante perché selvaggia, aspra, dirupata, con le numerose vie di arrampicata: è vero, però questo itinerario merita assolutamente essere percorso partendo da fondovalle, da Dubbione frazione di Pinasca.

Il primo tratto, quello che porta alla borgata Tagliaretto e poi alla cappella di Serforan, è assai interessante e imperdibile. Alternando brevi tratti dove si sale, sempre moderatamente o si scende, ad altri più numerosi in piano, una piacevole traccia s’addentra nel vallone alla scoperta di un mondo che non c’è più.

Vale la pena percorrerlo per vedere le numerose meridiane di Tagliaretto raggiungendo nella parte mediana della valle la singolare cappella di Serforan, posta su un poggio a picco sul torrente percorso. Perché il cammino non affatichi, magari programmate una sosta per il pranzo presso l’area di sosta predisposta alla cappella Serforan dedicata alla Madonna della Neve, scendendo al torrente nei pressi del ponte Delle Piane.

Per Arrivarci:

Raggiunto l’abitato di Villar Perosa, in bassa val Chisone, occorre proseguire sino alla successiva borgata di Dubbione, frazione di Pinasca. Alla rotonda, abbandonata la statale, si esce alla prima prendendo a destra la stretta via che inoltrandosi tra le case termina al ponte di Annibaledove nei pressi si può lasciare l’auto.

Subito individuata la traccia segnalata come via Gran Dubbione si percorre inizialmente uno stradello asfaltato che salendo rasenta il muraglione della “Villa delle Rose” al fondo del quale termina e comincia il sentiero.

Back To Top