skip to Main Content

Salviamo i modelli più belli della natura: i Fiori

Chi non ama i fiori? I loro colori unici, i loro profumi indimenticabili e la loro capacità di venire sempre perfetti nelle fotografie che gli scattiamo… Impariamo ad amarli ed a rispettarli insieme!

Amiamo i fiori, ma lasciamoli alla natura

Vi abbiamo già parlato una volta di come sia fondamentale preservare la natura e rispettarla, lasciandola vivere tranquilla nel suo habitat naturale. Lo abbiamo fatto dedicandoci al muschio, una delle specie naturali più importanti nel nostro ecosistema. Oggi vogliamo dedicarci ai fiori, anch’essi fondamentali per l’equilibrio ambientale.

Come già molti di voi sanno, io sono un Piemontese D.O.C., nato in casa a Villar Perosa, e sicuramente le mie parole non raggiungono le stesse persone che raggiungono quelle di Greta Thunberg, peró posso assicurarvi che anche nel mio piccolo vedo come un nostro gesto, anche se apparentemente innocuo, possa cambiare il mondo che ci circonda.

Spesso, quando dedichiamo il nostro tempo alla natura, ci viene quasi naturale il pensiero di raccogliere qualche fiore e di portarlo a casa, così da poterlo ancora osservare per qualche minuto. Vero, un fiore solo non lederà il corso naturale del tempo. Ma più fiori? E se tutti li raccogliessimo durante le nostre passeggiate?

Ormai me ne sono accorto, raccogliere anche solo un fiore, cambia tutto. Ricordo che in alcuni punti dei boschi andavo proprio per scattare fotografie ai fiori, che con i loro colori emergevano nella penombra del bosco. Oggi, alcuni di quei fiori non ci sono più. La raccolta continua di quei fiori li ha portati a scomparire da quel punto preciso. Una vera tristezza…

Il Piemonte ci ha pensato per molto tempo, finché non ha stilato una lista con ben 37 famiglie di fiori protetti della Flora Alpica. Lo ha fatto nell’articolo 15 comma 1 L.R. 32/1982 (che vi linkiamo qui), dove ha raccolto tutte le “Specie botaniche a protezione assoluta“, ovvero tutte quelle specie di fiori che non dovremmo portarci a casa! Per poter scrivere una lista più che precisa e completa, la Regione Piemonte si è incontrata con l’Assessorato per l’ambiente e con i rappresentanti dei parchi e delle aree protette del Piemonte. Chi più di loro può conoscere le specie a rischio?!?

La lista è completa di descrizione e di foto dei fiori protetti e vi inviato a darle un’occhiata, anche per scoprire fiori che ancora non conoscete, così da poterli ricercare nelle prossime avventure a tema ambientale!

Ma perché riservare questa attenzione ai fiori?

L’equilibrio ambientale è sempre più precario, il clima sta cambiando, gli animali stanno mutando le loro abitudini… e noi umani dobbiamo imparare a non metterci troppo del nostro!

I fiori sono fondamentali per quanto riguarda il normale ciclo di vita della natura. Grazie a loro la natura continua a vivere ed a riprodursi. Sono i fiori, prodotto dei semi, che permettono infatti la nascita di nuove piante, ed alcuni di essi fungono anche da “merenda” per i piccoli animali!

Ecco perché la raccolta di troppi fiori della stessa famiglia può segnarne la scomparsa, da ciò scaturirebbe una riduzione della diversità naturalistica, che non porterebbe ad altro se non alla scomparsa di alcuni animaletti ed allo stravolgimento ed alla semplificazione della catena alimentare. Certo, questo esempio è “catastrofico”, ma tenere al mondo che ci circonda è un nostro dovere, preservarlo è un nostro diritto!

Amare i fiori e salvare il mondo

Non sarà un fiore non raccolto a salvare la natura, ma sicuramente, divulgare il messaggio e condividerlo con tutte le persone che ci circondano, può essere un passo avanti! Educare i più piccoli a scattare foto ai fiori invece di raccoglierli è il passo successivo. Insegnargli ad amare i fiori, gli animali e tutto il mondo naturale è un passo fondamentale per preservare il nostro amato Pianeta Terra.

Galleria “Sottobosco & Fiori”

Back To Top