skip to Main Content

Nell’Ottobre del 2000, le Valli del Piemonte furono colpite da una fortissima alluvione, che portò con sè distruzione e dolore. Fu colpito quasi l’intero Nord della Regione, coinvolgendo quindi il bacino del Po. Nella Val Chisone la situazione fu grave, ma nonostante tutto non fu fra le peggiori, le situazioni peggiori si presentarono infatti più verso la pianura del torinese. In tutta la zona colpita, al ritiro dell’acqua, furono contati 24 morti, 4 dispersi e 50.000 sfollati. Durante i giorni dell’alluvione, nessun ponte fu attraversabile, nella Val Chisone.
Durante queste tragedie, mi rendo conto di quanto l’acqua possa essere affascinante e maestosa e di quanto, allo stesso tempo, possa essere spaventosa. Come porta la vita, la può togliere, in un solo istante.

Back To Top