skip to Main Content
La Seconda Guerra Mondiale A Villar Perosa: I Rifugi Antiaerei

La Seconda Guerra Mondiale a Villar Perosa: i Rifugi Antiaerei

La Seconda Guerra Mondiale è stato uno dei periodi più bui che l’umanità abbia mai vissuto. Fondamentale è ricordare quel periodo, per poter evitare lo stesso errore nel futuro. I Rifugi Antiaerei di Villar Perosa sono un luogo importantissimo per la Valle, per poter ricordare per sempre.

I Rifugi del popolo

Voluti da Giovanni Agnelli, i Rifugi Antiaerei di Villar Perosa vennero costruiti nel 1943 per poter proteggere la popolazione durante i bombardamenti da parte degli Americani e degli Inglesi. Si parla poco, e forse anche male, di questo periodo particolare della Seconda Guerra Mondiale.

I Rifugi Antiaerei, però, sono in grado di tenere vivo questo ricordo, per tramandare la storia ai giovani, che possono così far del loro meglio per continuare a ricordare e per evitare gli stessi errori. Ecco che il Comune di Villar Perosa, insieme all’Associazione Culturale “Vivere le Alpi“, ha deciso di rendere i rifugi visitabili, per mantenere il ricordo di quel periodo vivo.

I Rifugi Antiaerei di Villar Perosa furono fondamentali nel 3 gennaio del 1944, quando permisero a ben 3.500 persone di salvarsi dai bombardamenti aerei. Grazie ad essi, intere famiglie di Villar Perosa poterono trovarsi al sicuro, certi di poter uscire e di poter ricostruire la loro realtà. Oggi, grazie ai volontari di “Vivere le Alpi“, i Rifugi Antiaerei sono in perfette condizioni ed è possibile visitarli in totale sicurezza.

Dove il passato continua a vivere

Grazie a questi luoghi, ricchi di storia e di ricordi, il passato può continuare a vivere, per ricordarci sempre ciò che è accaduto nelle nostre valli.

Galleria “Rifugi Antiaerei di Villar Perosa”

Back To Top